COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

BIMBINSIEME: Sono oltre settanta i bambini che partecipano ai “centri invernali” promossi dal comune e dalle associazioni del territorio

La risposta positiva delle famiglie dimostra che l’iniziativa BIMBINSIEME, avviata quest’anno in modo sperimentale, risponde ad un’esigenza reale della popolazione.

L’idea è nata in maniera repentina ed è il risultato di un confronto con le associazioni del territorio: per due giorni e mezzo il 29, 30 e 31 dicembre (solamente la mattina) al palazzetto dello sport “Sergio Bitossi” vengono proposte attività di vario tipo rivolte ai ragazzi dai 6 ai 10 anni.

L’iniziativa è stata lanciata intorno al 20 dicembre e nel giro di pochi giorni sono stati iscritti oltre 70 bambini.

«Appare evidente che le famiglie hanno gradito questa proposta che in parte risponde alla necessità di trovare un luogo dove fra trascorrere le giornate di vacanza ai figli di tutti quei genitori che lavorano e non possono contare sul supporto di una rete parentale e dall’altro soddisfa anche l’esigenza di proporre ai nostri ragazzi attività ludiche e al contempo educative», afferma l’assessore all’associazionismo Andrea Salvadori.

Le attività proposte per BIMBINSIEME mirano, infatti, a coinvolgere i ragazzi ad abituarli al confronto con gli altri e a trasmettere loro i valori della socialità e del rispetto altrui.

Ai bambini vengono proposte diverse discipline sportive, attività legate alla musica, giochi per arrivare ad una grande festa finale nella mattina del 31 dicembre, a cui parteciperà anche il sindaco Paolo Masetti.

Dunque, BIMBINSIEME è un progetto sperimentale che l’amministrazione ha tutta l’intenzione di replicare.

«Devo ringraziare tutte le associazioni che con entusiasmo hanno dato la loro adesione e gambe all’iniziativa, consentendo di proporre le attività di questi tre giorni gratuitamente per le famiglie. La mensa comunale si è invece occupata della preparazione e distribuzione dei pasti», conclude Salvadori.

 



Foto & video