COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

Il Comune cerca soggetti interessati a co-progettare i centri estivi per i ragazzi

Categoria: Notizie
Creato Martedì, 19 Maggio 2020 08:46
Ultima modifica il Lunedì, 25 Maggio 2020 10:48

Prorogato al 27 maggio il termine ultimo per l'invio dei progetti per le attività estive in co-progettazione con il Comune.

I centri estivi sono una delle richieste maggiori che arriva dalle famiglie in questo periodo, sia per la necessità di conciliare l’accudimento dei figli con il lavoro, sia perché i ragazzi, dopo mesi senza scuola e amici, sentono la necessità di tornare a relazionarsi con i loro coetanei, seppur in contesti protetti.

 

Il comune di Montelupo già da alcune settimane ha cercato di capire se e come sarebbe stato possibile effettuare i centri estivi nel rispetto delle norme di sicurezza. Le linee guida del Governo aprono adesso a questa possibilità e individua le regole che dovranno essere osservate.

 

È stato quindi fatto un avviso pubblico per individuare i soggetti disponibili a co-progetare i centri estivi.

Ogni centro estivo dovrà essere caratterizzato da programmi e temi che faranno da filo conduttore per l’organizzazione delle attività. Le tematiche potranno spaziare fra cultura, arte, fantasia, scienza, ambiente, natura, sport…

I percorsi proposti dovranno essere pensati per svolgersi prevalentemente all’esterno ed essere articolati in due turni: 8,30-13,00 e 14,00-18,30.

 

All’organizzatore è richiesto di predisporre un apposito Protocollo di Sicurezza delle attività, che dovrà contenere alcune delle prescrizioni indicate dal Governo:

1. test sierologico preventivo a tutto il personale educativo e a tutti gli operatori/volontari delle associazioni;

2. procedure quotidiane di dichiarazione stato di salute/controllo temperatura dei bambini-ragazzi accolti;

3. disinfettazione due volte al giorno (al cambio di turno di metà giornata e a fine giornata) dell'aula, dei servizi igienici (quest'ultimi devono essere sanificati ad ogni uso) e di tutte le attrezzature di gioco e strumenti educativi;

4. regolazione dell’entrata e dell’uscita dal plesso con apposizione di strisce per terra a distanza di due metri;

5. tutto il personale educativo dovrà indossare mascherina chirurgica (oppure Ffp2 senza valvola) nelle situazioni in cui risulta difficile il mantenimento della distanza di sicurezza;

6. tutti i ragazzi nella fascia d'età tra i 6 e 14 anni dovranno indossare la mascherina chirurgica.

 

Il bando con la modulistica per presentare domanda è disponibile sul sito del comune (consulta l'avviso)  dal 19 maggio e la data ultima per la presentazione della domanda è il 27 maggio.

 

«L’individuazione di soggetti che assieme al Comune progetteranno i centri estivi 2020 è il primo passo per poter poi concretamente fare una proposta diversificata alle famiglie.

Il nostro intento è duplice. Vogliamo individuare progetti interessanti e di qualità per sostenere le famiglie e offrire un tempo di gioco divertente ai ragazzi.

Nello stesso tempo miriamo a sostenere tante attività che a causa del Covid-19 sono state ferme e hanno visto sfumare molte delle loro attività e dei loro progetti», afferma l’assessore alla scuola e alle politiche giovanili Simone Londi