COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

Banner 1Guarda il video dedicato alla nuova scuola 

elezioni ELEZIONI 2020 - Tutte le informazioni

Da martedì 12 maggio parte la consegna delle pastiglie antilarvali contro il proliferare delle zanzare.

 Vista la situazione saranno consegnate porta a porta a tutte le abitazioni che hanno pertinenze esterne con presenza di caditoie, tombini.

Guarda il video con le istruzioni.  

Con l'arrivo delle temperature più miti, tornano anche le zanzare.
Per ridurre la loro proliferazione si può agire in forma preventiva con l'uso delle pastiche antilarvali. Gli interventi sugli adulti, si posso effettuare su esplicita autorizzazione dell'Azienda sanitaria locale.

Da martedì 12 maggio inizierà quindi l'attività di distribuzione porta a porta a cura del Comune a tutte le abitazioni che hanno pertinenze esterne, ove potrebbero riprodursi gli insetti.

È ormai dimostrato che circa i due terzi dei focolai di sviluppo delle zanzare si trovano in pertinenze private e quindi solo attraverso l'attivo coinvolgimento della cittadinanza si possono fare passi in avanti nella lotta a questi fastidiosi insetti.

L'intento è appunto quello di fare interventi capillari in tutte le abitazioni del territorio, ovviamente il Comune agirà sulle aree pubbliche, su caditoie pluviali, tombini, fontane e fontanelli. Sarà lasciata la fornitura necessaria per l'intervento antilarvale in caditoie, tombini interni, pozzi.

 Sul sito e sui canali social del comune sarà disponibile un video con il quale la ditta incaricata illustra come utilizzare le pasticche. Il trattamento non sostituisce le solite norme di buon comportamento che ormai tutti dovremmo ben conoscere, fra le quali la più importante è evitare i ristagni di acqua inutili (vasi, secchi e contenitori lasciati “abbandonati” all'esterno). Occorre ricordare quelle che sono le basilari norme di comportamento da seguire:

 

  • evitare la formazione di raccolte di acqua stagnante, anche di piccolissime quantità;
  • svuotare ogni settimana nel terreno, e non nei tombini, l'acqua dei sottovasi, piccoli abbeveratoi, annaffiatoi o altri contenitori;
  • coprire con zanzariere, o con teli di plastica senza crearvi avvallamenti, i contenitori d'acqua quali vecchie vasche, bidoni, fusti, utilizzati nell'orto o per l'allevamento di animali;
  • coprire anche i sottovasi inamovibili del giardino;
  • immettere pesci o anifibi che si cibano di larve nelle vasche o fontane ornamentali;
  • in assenza di precipitazioni atmosferiche, dotare i tombini del proprio giardino, cortile o condominio di rete antizanzare.

 I trattamenti antilarvali nelle aree pubbliche sono stati pianificati su tutto il territorio comunale.

Interventi di disinfestazione antilarvale contro le zanzare su caditoie stradali ed edifici pubblici: 12 maggio, 4 giugno, 3 luglio, 4 agosto, 8 settembre

Interventi di disinfestazione antilarvale contro le zanzare su giardini e cimiteri comunali: 13 maggio, 28 maggio, 16 giugno, 8 luglio, 4 agosto, 26 agosto, 14 settembre, 2 ottobre.

 Le date potranno subire cambiamenti in base agli eventi meteo.

Inoltre, i cittadini possono segnalare situazioni particolarmente critiche all'Ufficio Ambiente del comune (telefono 0571/917597), oppure allo Sportello Unico (800 219 760) per richiedere interventi puntuali su aree pubbliche, o per segnalare comportamenti scorretti in area privata.

Ricordiamo che la non adozione dei corretti comportamenti è soggetto secondo il regolamento di polizia rurale (art.25 c.2) a una sanzione che va da un minimo di 75,00 a un massimo di 500,00 €.

«Le zanzare sono un insetto incredibilmente fastidioso. Su aree pubbliche faremo un intervento che impedirà la nascita di larve ogni mese, con la possibilità di integrare il calendario in caso di criticità. Certo è che se nelle pertinenze private non si adotteranno le necessarie precauzioni i nostri sforzi saranno inutili. Un piccolissimo ristagno di acqua in 10 giorni, consente a ogni singola zanzara femmina di far nascere 300 nuovi individui adulti, con una crescita esponenziale impossibile da contenere: in un mese una zanzara adulta può generarne 27 milioni! Solo l'attenzione condivisa può permetterci una vivibilità esterna estiva apprezzabile. Vi chiediamo di usare tutte le precauzione e di adoperare le pastiglie antilarvali secondo le istruzioni indicate o sul video che sarà pubblicato sul sito del Comune», afferma l'assessore all'ambiente Lorenzo Nesi.

Si specifica che non vi è ad oggi alcuna correlazione scientificamente provata tra le punture di zanzare e la diffusione del virus Sars-Cov-2.

 



Foto & video