COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

cover montelupo informaIn distribuzione entro la prima settimana di settembre

mmabA settembre incontriamoci al MMAB: si parte il 5 e il 12 con due eventi tutti da scoprire

La “Cena nì Parco” un grande evento di solidarietà

Hanno preso parte all’evento oltre 500 persone e la comunità di Montelupo invierà più di 5000 euro alle popolazioni colpite dal terremoto

“La cena nì parco” è nata quasi per scherzo con l’idea di riunire tutta la comunità di Montelupo in un luogo simbolo della città. È così che l’associazione Suolo Pubblico e la Pro Loco Montelupo hanno presentato l’idea al comune di Montelupo.

L’amministrazione ha accolto e sostenuto la proposta, mettendo anche a disposizione i locali della cucina per la preparazione della cena. Nell’idea iniziale l’incasso doveva essere destinato alla Pro Loco, per acquistare una struttura per il parco.

Il terremoto che ha colpito l’Italia centrale lo scorso 24 agosto ha cambiato lo scenario e quella che era nata come un’occasione per riunire i montelupini è diventata una festa della solidarietà.

Gli organizzatori hanno, infatti, deciso di destinare gli incassi a sostegno di un progetto per le aree colpite dal sisma.

La risposta dei cittadini di Montelupo alla richiesta di solidarietà è stata impressionante: alla fine i partecipanti sono stati 560 e oltre 50 i volontari che hanno lavorato all’organizzazione, alla preparazione dei pasti e a servire ai tavoli.

L’incasso della serata è stato di 7.778 euro e detratte le spese ai comuni colpiti dal terremoto saranno inviati 5131 euro.

«Desidero ringraziare tutti coloro che hanno creduto in questa idea, le associazioni di volontariato, le donne delle cooperativa Mosaico che per due giorni si sono spese per la preparazione della cena, il cuoco del comune, l’assessore all’associazionismo Andrea Salvadori che ha seguito l’organizzazione di tutta l’iniziativa e tutti i cittadini che hanno scelto di partecipare», afferma Daniele Bertelli, dell’associazione Suolo Pubblico.

Sulla stessa linea anche il sindaco Paolo Masetti

«Quando domenica sera sono arrivato all’Ambrogiana mi sono quasi commosso. I nostri cittadini hanno dimostrato di saper essere solidali e la “cena nì parco” si è trasformata in una occasione di festa per due realtà, la nostra che si è trovata riunita in un clima conviviale, ma anche quella che riceverà le risorse economiche raccolte. Credo che siamo riusciti a dare una bella dimostrazione di cosa vuol dire essere comunità. Un aspetto questo che caratterizza molte delle iniziative intraprese da questa amministrazione. La cena non ci sarebbe stata senza l’impegno e la passione di tante persone e associazioni. Questo evento ha poi dimostrato le grandi potenzialità del Parco dell’Ambrogiana, del polmone verde della nostra città».

Coloro che non sono potuti essere presenti alla cena possono comunque fare una donazione a favore delle terre colpite dal terremoto, partecipando all’iniziativa promossa dal gruppo astrofili, il prossimo 10 settembre, oppure in una cassetta disponibile presso il Circolo di Fibbiana. Nella prima settimana di ottobre una delegazione di Montelupo consegnerà il denaro raccolto.



Foto & video