COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

 Una sezione dedicata a tutti gli approfondimenti

banner monteloop per sito Pronti a recensire? Scoprite come

Zanzara tigre: nelle prossime settimane inizia l’attività di disinfestazione

Quest’anno a carico del comune sarà effettuata anche un’attività “porta a porta” con una prima disinfestazione, alcuni consigli pratici per evitare il proliferare delle zanzare e la consegna dei materiali per ripetere la disinfestazione durante tutta l’estate.

Un inverno mite e una primavera particolarmente calda sono i presupposti ideali per il proliferare degli insetti e della fastidiosa zanzara tigre, in particolare.

Per il 2016 il comune di Montelupo ha affidato il servizio di disinfestazione, alla società specializzata in questo tipo di attività, Blitz di Capraia e Limite.

Il progetto che è stato concordato prevede interventi ancora più capillari dello scorso anno e l’inizio della disinfestazione su tutto il territorio comunale già dalle prossime settimane.

Il primo intervento di disinfestazione antilarvale su suolo pubblico era previsto per il 26 aprile, ma con l’aumento delle temperature e la possibilità di precipitazioni sarà sicuramente anticipata per evitare il proliferare delle zanzare.

Gli altri interventi hanno una cadenza mensile e interessano tutto il territorio comunale e sono previsti per i seguenti giorni:

  1. 30 maggio
  2. 28 giugno
  3. 28 luglio
  4. 01 settembre

«Occorre far presente che le sostanze utilizzate non sono dannose per le persone, ma neppure per gli animali; per questa ragione non vengono più messi gli avvisi di disinfestazione come accadeva un tempo», spiega il responsabile della Blitz.

Quest’anno l’amministrazione comunale ha deciso di affiancare alla tradizionale lotta antilarvale alle zanzare una campagna “porta a porta” di lotta alla zanzara. Questo perché è ormai dimostrato che circa i due terzi dei focolai di sviluppo delle zanzare si trovano in pertinenze private e quindi solo attraverso l’attivo coinvolgimento della cittadinanza si possono fare passi in avanti nella lotta a questi fastidiosi insetti.

Il territorio comunale è stato suddiviso in aree: nuovo centro di Montelupo (dai giardini in Piazza VIII Marzo fino a Via Buozzi); Graziani e Turbone; Samminiatello; Fibbiana; Erta, Ambrogiana e Torre; Sammontana.

Operatori della azienda affidataria del servizio passeranno in tutte le abitazioni provviste di pertinenza esterna allo scopo di distribuire prodotto antilarvale nelle raccolte di acqua non eliminabili (caditoie acque piovane, pozzi per l’irrigazione ecc…) ed anche con l’intento di aiutare i cittadini a capire come evitare il proliferare delle zanzare nelle loro pertinenze. Sarà inoltre lasciata una fornitura di prodotto antilarvale affinchè il cittadino possa proseguire per tutta la stagione estiva con il trattamento della propria area.

«Anche per questo intervento abbiamo scelto di coinvolgere la comunità al fine di migliorarne l’efficacia. L’impegno capillare di ognuno di noi può raggiungere risultati insperati con il solo operato del comune».

I prodotti impiegati non sono nocivi per l’uomo e gli animali domestici e le acque trattate possono essere impiegate per l’irrigazione degli orti e per tutti gli altri usi non alimentari.

Il trattamento non sostituisce le solite norme di buon comportamento che ormai tutti dovremmo ben conoscere, fra le quali la più importante è evitare i ristagni di acqua inutili (vasi, secchi e contenitori lasciati “abbandonati” all’esterno).

Occorre ricordare quelle che sono le basilari norme di comportamento da seguire, norme che saranno illustrate anche in una campagna informativa che prevede il coinvolgimento delle scuole.

  • evitare la formazione di raccolte di acqua stagnante, anche di piccole quantità;
  • svuotare ogni settimana nel terreno, e non nei tombini, l’acqua dei sottovasi, piccoli abbeveratoi, annaffiatoi o altri contenitori;
  • coprire con zanzariere, o con teli di plastica senza crearvi avvallamenti, i contenitori d’acqua quali vecchie vasche, bidoni, fusti, utilizzati nell’orto o per l’allevamento di animali;
  • coprire anche i sottovasi inamovibili del giardino;
  • mettere pesci che si cibano di larve (gambusie o pesci rossi) nelle vasche o fontane ornamentali;
  • in assenza di precipitazioni atmosferiche, dotare i tombini del proprio giardino, cortile o condominio di rete antizanzare.

Sono comunque sempre previsti interventi a chiamata su segnalazione di situazioni di particolare criticità, che grazie agli interventi porta a porta dovrebbero comunque diminuire.

La società Blitz si occupa anche dell’attività di derattizzazione, un aspetto non secondario considerate le numerose segnalazioni che arrivano al comune.

È stata predisposta una rete di erogatori fissi di esche nelle aree pubbliche del territorio comunale in maniera capillare, nelle seguenti frazioni/località: Fibbiana, Camaioni, Samminiatello, Torre, Graziani, Turbone, nelle aree maggiormente a rischio per la presenza dei roditori (quali mercati ortofruttocoli, giardini pubblici, parchi aperti alla cittadinanza, vicoli del centro..).

Si tratta anche in questo caso di postazioni sicure per altri animali di piccola taglia e per le persone. Tutti gli erogatori sono georeferenziati e controllati dal personale dell’azienda.

Inoltre il nuovo contratto prevede anche la possibilità di richiedere interventi specifici in situazioni critiche.



Foto & video