COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

connetiamo2SERVIZIO CIVILE A MONTELUPO: Scopri come diventare volontario. Domanda prorogata fino al 28 giugno

banner sitoScopri il programma

Il nuovo CCR si presenta in Consiglio Comunale

Quaranta i ragazzi che hanno aderito e che sono stati “votati” dai loro compagni

Da alcuni anni il comune di Montelupo Fiorentino e l’istituto Comprensivo Baccio da Montelupo stanno portando avanti un interessante progetto di cittadinanza attiva per i ragazzi di Montelupo.

Il Consiglio Comunale dei ragazzi rappresenta un’opportunità concreta per i giovani cittadini di Montelupo per riflettere sulla città e sulle tematiche di loro interesse; supportati sia degli insegnanti sia da educatori. L’attività, infatti, viene svolta in parte in orario scolastico e in parte fuori dalla scuola.

Il gruppo di circa 35 ragazzi che ufficialmente sarà presentato oggi in Consiglio Comunale si avvicenda agli studenti nominati lo scorso anno, alcuni dei quali rimangono in ogni modo a far parte del Consiglio.

Proprio ai rappresentati del CCR uscente abbiamo chiesto perché vale la pena prendere parte a questa esperienza: « Ci si diverte molto. Devo dire che lo scorso anno, mi è piaciuto molto presentare il CCR in Consiglio Comunale: è stata un’esperienza bellissima ed emozionante» - è il sindaco uscente a parlare, a lui fa eco un’altra “veterana” che entra nello specifico di alcuni progetti realizzati «Le attività collegate alla radio sono state interessanti; è uno strumento immediato ed è stato bello organizzarci in gruppo per pianificare i servizi e anche gli articoli da scrivere sul giornalino».

Ai nuovi componenti del Consiglio Comunale dei Ragazzi abbiamo chiesto perché hanno scelto di partecipare. Una ragazza racconta di averne sentito parlare fin dalle elementari dalle maestre che hanno chiesto loro di riflettere su cosa avremmo cambiato e migliorato della scuola e di Montelupo.

Un altro “consigliere” Niccolò, ci dice: «Ho saputo a scuola che c’era questo progetto che avrebbe permesso a noi ragazzi di migliorare Montelupo dal nostro punto di vista. Ho deciso di aderire per occuparmi di cose che ci riguardano».

Il senso di questa esperienza per i ragazzi sta in un passaggio della presentazione della neo eletta sindaca del CCR, Martina Meoli:

«Il mio compito sarà quello di essere portavoce di tutti e di tutte, riunendo idee, progetti e aspettative. Credo che il Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze sia un importante laboratorio di cittadinanza attiva. Molto spesso noi giovani ci sentiamo considerati solo in maniera superficiale, per il nostro abbigliamento, per la musica che ascoltiamo e per i piccoli problemi che creiamo. A volte anche sottovalutati quando proviamo a proporre iniziative di vario tipo. Il CCR che ci ha preceduto ha dimostrato il contrario, lasciandoci in consegna un progetto dove il protagonismo giovanile è un elemento fondamentale».

Tutti i lunedì gli studenti si incontrano dalle 15.30 alle 17.30 al MMAB ed è in questo contesto che hanno preso parte alla commemorazione dell’8 marzo 1944, ricordando le vittime della deportazione attraverso la lettura delle loro biografie. Inoltre, il nuovo gruppo ha iniziato a lavorare al prossimo numero del CCR NEWS. L’obiettivo è quello di costruire una redazione che utilizzi sia sugli strumenti più tradizionali come il giornalino, sia strumenti nuovi come la web radio.

Parallelamente, in orario scolastico i ragazzi sono coinvolti in diverse attività che interessano molti temi: dall’ambiente alla sicurezza, dalla scuola alle idee per la città:

-        realizzazione di un sondaggio sulle necessità della scuola;

-        riprogettazione di alcuni spazi scolastici;

-        produzione di un video tutorial (multilingue) sulla sicurezza a scuola e di un video sulla promozione delle buone pratiche per il rispetto dell'ambiente;

-        adesione al progetto EduMuseo attraverso la creazione di un logo identificativo del museo archeologico, la progettazione di un percorso sicuro di collegamento fra la scuola e il museo e la realizzazione di un video promozionale del museo archeologico;

-        organizzazione della festa per la chiusura della scuola;

-        coinvolgimento nell'organizzazione della giornata “Puliamo il mondo”;

-        partecipazione alla preparazione della festa del Turbone il prossimo 8 ottobre

«Grazie alla collaborazione fra amministrazione comunale e istituto comprensivo il progetto del CCR viene portato avanti e arricchito di anno in anno. Si tratta di una straordinaria esperienza educativa che abitua i ragazzi a guardare alla propria città con occhio critico, ad interessarsi e a cercare di comprendere alcune scelte fatte. Diventano loro i protagonisti, con le loro necessità e le loro idee; e ritengo sia importante incontrare un mondo degli adulti e delle istituzioni disponibile ad ascoltare e accogliere idee e suggerimenti. È un processo virtuoso che inevitabilmente genera fiducia, ma anche desiderio di impegnarsi e di valorizzare la città in cui vivono. È da qui che si passa per contrastare tanti fenomeni di disagio giovanile.

Ovviamente il comune da solo potrebbe fare ben poco, desidero ringraziare la scuola e le insegnanti, gli operatori che seguono il progetto e soprattutto i giovani che hanno colto questa opportunità», afferma l’assessore alle Politiche Giovanili, Simone Londi.




Foto & video