COOKIE

Il nostro sito utilizza dei cookies, ovvero piccoli file che durante la navigazione il tuo computer scarica da ogni sito web e che servono per migliorare delle funzionalità di autenticazione e navigazione .

Palestra dell’Istituto Baccio da Montelupo: da gennaio chiusa per il rifacimento del tetto

Categoria: Notizie
Creato Lunedì, 11 Novembre 2013 14:15
Ultima modifica il Lunedì, 11 Novembre 2013 14:15

«In merito alla questione della copertura della palestra delle scuole mi sento di tranquillizzare i genitori. Dopo le infiltrazioni di qualche settimana fa, abbiamo effettuato le opportune verifiche e i piccoli interventi di manutenzione....

....per ovviare che si ripetano casi analoghi fino a quando non chiuderemo la palestra per rifare la copertura», afferma l’assessore alla pubblica istruzione Luca Rovai.

La palestra sarà chiusa da inizio gennaio, come già concordato sia con la scuola sia con le società sportive che utilizzano la struttura e dopo qualche settimana inizieranno i lavori di rifacimento.

«I lavori erano già stati preventivati per i primi mesi del 2014. Stiamo cercando un’organizzazione alternativa per lo svolgimento delle attività sportive che tenga conto delle esigenze della scuola, del comune e dell’ASP Montelupo, società che gestisce il Palazzetto dello sport Sergio Bitossi», prosegue Rovai.

Alcuni genitori hanno espresso qualche perplessità per lo svolgimento dei lavori e in particolare per la delicata fase di smantellamento della copertura in amianto.

Rovai assicura che questa fase, la cui durata sarà di poco tempo, sarà effettuata in totale sicurezza e se sarà necessario in momenti in cui la scuola è chiusa.

La questione della palestra ha destato l’interesse di un gruppo di genitori che hanno fissato un appuntamento  con l’assessore alla Pubblica Istruzione proprio per avere delucidazioni in materia.

«Capisco le preoccupazioni di questi genitori ed è necessario che le informazioni e le notizie siano capillari e chiare, per questo ho risposto volentieri alla loro richiesta d’incontro come capita spesso con quelli che hanno necessità di approfondire le diverse questioni; è interesse di tutti lavorare per la sicurezza dei nostri ragazzi».  

L’importo complessivo dei lavori è di 120.000 euro.
È prevista la completa rimozione della copertura in cemento-amianto, il posizionamento della nuova copertura realizzata con pannelli sandwich in lamiera aggregata, dotati di un’elevata impermeabilizzazione.
Si tratta di una copertura idonea alla successiva collocazione di pannelli fotovoltaici.

Nel corso dell’intervento sarà ristrutturato anche il sistema di raccolta delle acque e si interverrà anche sulle strutture in cemento armato.